-> ...VIVERE per MARE !!!: Windpilot, il timone a vento o anche sistema di autogoverno silenzioso

venerdì 3 aprile 2009

Windpilot, il timone a vento o anche sistema di autogoverno silenzioso

Solo alcuni anni fa, i sistemi di autogoverno silenziosi, i windpilot o anche timone a vento risultavano essere uno strumento per pochi privileggiati il potersene facilmente dotatare, tanto e vero che molti navigatori (io sono solo uno dei tanti) alla fine anche se sentivano per questo strumento molta simpatia è lo trovavano molto più congeniale come sistena da adottare soprattutto su di una barca a vela si trovavano a doverne rinunciare

Ma almeno io, (ma ripeto ho appurato essere stato così per molti altri skipper) dovetti desistere dal dotarmene, in quanto più che una soluzione risultava essere alla fine più un privilegio, un lusso, che non tutti si potevano permettere di spendere tanto quanto ci si aquistavano due evoluti e precisissimi timoni automatici elettrici.

Oltre poi a questa considerazione di costi, c'era il fatto non indifferente; ma anche questo oggi superato, che il timone a vento significava appendersi un accrocco simile a mio avviso alla torre Eiffel, sull'estrema poppa, addirittura a sbalzo che pesava anche parecchi chili, e che soprattutto era inamovibile.

Pensate che uno tra i migliori di allora ma che del resto credo che ancora lo facciano era di bronzo, ARIES che come peso specifico credo sia uno dei materiali che più di altri si avvicina al piombo,

i costruttori davano molta importanza alla robustezza, e ci si ritrovava a dover appendere all'estrema poppa oltre che un consistente capitale in ordine di costi anche un peso ed un ingombro non indifferente.

Insomma tutte considerazioni che in passato mi avevano portato a prendere delle posizioni nei comfronti del timone a vento non certo favorevoli ed anzi lo sconsigliavo vivamente facendo appunto a chi mi chiedeva, considerare oltre che tutti questi aspetti negativi anche non ultimo il fatto dei costi da oreficeria che non vedevo per niente essere giustificati.

Con molto piecere dicevo all'inizio, che oggi a 4-5 anni da quando preparando la mia barca all'oceano, avevo fatto queste mie considerazioni e le scelte che mi avevano portato ad abottare sulla mia barca la soluzione elettrica risparmiando anche qualche migliaio di euro e di montare ben due sistemi elettrici di autogoverno distinti ed indipendenti, si spendendo a conti fatti ancor meno di mettere ad esempio allora il mustafà quasi 7mila euro.

Con estremo piecere(solo gli stupidi del resto non tornano sui propri passi e non cambiano idea se ne è il caso) sempre su e grazie ad internet guarda caso o scoperto delle ottime e nuove soluzioni economiche addirittura in kit,

di una nuove metologie e concezione di come fare i piloti a vento, ossia più leggerini se vogliamo anche più fragili ma che puntano anzi che sulla potenza e forza sulla precisione e sensibilità.

Sentite sentite addirittura potete avere il kit completo da montare sulla vostra poppa in modo semi amovibile, (e che quindi non sarà più come avere la torre Eiffel sulla poppa, a soli 500euro.

Questo windpilot (timone a vento) che a vederlo così e a sentire il prezzo può far pensare ad una sola, in effetti non lo è.

Oltre al fatto perchè l'ho visto montato e devo dire che funziona e la sua pecularietà oltre ad essere economico è quella che è davvero utile ed adattabile facilmente a tutte le barche .

Ma eviterei di avventurarmi con le mie scarse doti di saper scrivere a spiegarvi come funziona nei dettagli, ma mi limiterò a darvi oltre gli indirizzi del sito dove si può visionare ed acquistare, http://www.mistervee.com/ Aggiungo qui subito sotto un video dove potete vederne la sua sensibilità, ed inoltre qui potretetrovarne tutte le caratteristiche.

0 commenti:

Related Posts with Thumbnails