-> ...VIVERE per MARE !!!: maggio 2009

venerdì 29 maggio 2009

La storia del Golden Lion una bella barca con avido proprietario


Vela alternativa in un life style undergound testimoniandola in un modo di essere non solo teorizzato e idealizzato, ed in un certo qual modo la storia del Golden Lion e Porto Rosa, lo testimonia e lepilogo e le cose sono andate così:

ben tre mesi fa contattai il Signor armatore della barca che chiedeva 14,500 euro, tramite un normalissimo annuncio sul web, riassuntivamente l'annuncio recitava normalmente il tipo di barca, che era in acqua a Porto Rosa pronta alla boa, e che se per cortesia si fossero potuti astenere indecisi e perditempo.

Ok per farla breve la mia determinata intenzione di poter avviare una iniziativa sociale che possa usare e sfruttare l'arte della navigazione a vela, non solo per fini hobbystici sportivi o comunque ludici, ma anche per raggiungimenti ed obbiettivi etici e underground,

tipo insegnare ma portandoli in barca al mare, minori, ragazzi disagiati avvicinandoli sul terreno di potergli proporre ed insegnare qualcosa di concreto ed immediatamente riscontrabile nel piano del fare e non del progettare o teorizzare.

Mi recai immediatamente a vedere se quella poteva essere una buona possibilità per poter partire con questo progetto in modo autonomo, almeno da una barca pilota.

Bene, la barca sarebbe anche potuta essere ok, ma il prezzo e il suo armatore velista di Porto Rosa un p'ò meno, tanto e vero che ieri alla fine rivelatosi (a conferma di ciò che supponevo fosse) ciò che è non dandomi la barca e rimandatomi indietro e detto che a quel prezzo ripeto 500 meno del pattuito la barca a fine estate, ed io semplicemente non ho potuto far altro (come credo tutti capirete) che mandarlo aff.......anculo e tenersi la barca e che non l'avrei voluta neanche più regalata una barca sfigata con un armatore così sfigato.

Detta così in realtà sembra che io possa anche essere stato istintivo o impulsivo oltre misura, e che se alla fine se era un buono affare la barca non ci abbia poi guadagnato nulla a comportarmi così!!

E che magari con più buon senso avrei potuto agire in un altra maniera ma credetemi avevo a che fare con il classico tipo con cui nella mia vita non voglio davvero avere nulla a che fare.

Il classico tipo tutto convenievoli, chiacchiere e salemelecchi ma che poi nel pratico sfacciatamente l'opposto un avido calcolatore di cose anche miserabili.

Per farla breve io subito dopo averla vista la barca, ho subito detto che avrei voluto concludere l'affare, bene lui nella maniera più meschina anche se lecita, me la tirata avanti dalla prossima settimana, alla prossima settimana intervallata poi da non farsi trovare per quindicine di giorni tre mesi, usando trall'altro lo stratagemma ancora più meschino che poi alla fine avendo compreso che io avevo chiuso, sia di cercarlo e che non volevo più trattare con lui in quanto rilevatosi essere una persona inaffidabile,

ricontattando anzichè me, mio padre, fino a dirgli appunto di andare sicuramente a porto Rosa che avrebbe concluso l'affare, bene per cinquecento euro che mi sono trovato meno, non mi ha dato la barca.........e Premetto che gli stavo, e avrei voluto spiegare che quei soldi meno che avevo trall'altro era determinato da che l'autopilota necessario da subito per portarmela via anzichè una riparazione,

sarei stato costretto a comprarlo li il pomeriggio stesso dal concessionario a 600 euro per come avevo pattuito telefonicamente solo la sera prima.

Insomma quella barca aveva solo un problema il proprietario persona che volendo si muove anche nel lecito ma con cui io non voglio più avere nulla a che fare.

Non dico altro domanivado a vedere ancora unaltra barca il tipo del Golden lion persona inaffidabile e tutto meno che un marinaio.
Alla prossima da
_/)pipposail

giovedì 28 maggio 2009

A Porto Rosa a prendere il golden lion una barca pensata per navigare in oceano.


Ciao a tutti si riparto molto velocemente vado adesso sono le 8,30 giovedì 28 maggio a Porto Rosa praticamente quasi a Milazzo (davanti le isole olie) a prendere un, a quanto si dice fantastico e molto ben reputato barchino nato dal progetto di un noto e famoso navigatore oceanico italiano


ALEX CAROZZO
UFFICIALE DELLA MARINA MERCANTILE ITALIANA
HA SEMPRE AVUTO UNA GRANDE PASSIONE PER LA VELA.

CON IL "GOLDEN LION"
UN MAGNIFICO SLOO DI 9,80 M


HA COMPIUTO UNA TRAVERSATA INVERNALE
DEL PACIFICO SETTENTRIONALE DAL GIAPPONE ALLA CALIFORNIA

Quindi visto che la condivisione è una delle caratteristiche che contraddistingue questa comunity chi in questi giorni verrà a visitare il blog troverà le mie impressioni di navigazione su questa celebre e molto ben reputata barca. che potrò condividere in base all'esperienza di navigazione che quasi in tempo reale sto realmente facendo di trasferire questa barca un Golden Lion da Porto Rosa (Milazzo) a Trapani

Poi quali saranno le sorti di questa barca vedremo un attimino perchè se dall'esperienza di navigazione che farò in questo trasferimento ne accerterò davvero e constaterò e apprezzerò nella realtà delle miglia, anche io di quanto se ne parli bene più di tante chiacchiere e dicerie da banchina e giornale specializzato, in poche parole sono molto stimolato da questo trasferimento proprio perchè di questa barca se ne è sempre parlato un gran bene

Ed allora se in poche parole la barca dopo aver constatato personalmente vale quanto si dice, la tengo anche molto volentieri magari con una randa nuova per mio padre e le mie sessioni di coaching velico oceanico a chi non ha la barca a disposizione.

Comunque troverete sui prossimi post che darò impressioni e una mia esperienza su questa barca.

Un ciao a tutti e buon vento da
_/)pipposail

martedì 26 maggio 2009

Trimarano a S.Maria di Leuca un buon affare !!


Ciao a tutti questo post per chi ha seguito tutta la vicenda del bel trimarano che vendono i due amici velisti Pugliesi a S.Maria di Leuca. Bene come si vede anche dalla galleria di foto il trimarano vale tutti i soldi che vengono richiesti, inoltre i due venditori sono due persone corrette e con le quali è un piacere trattare. Allora sono partito con tutta l'intenzione di concludere l'affare e ritornare navigando fino a Trapani. Ma purtroppo non tutte le ciambelle riescono col buco, Come poi tutti sappiamo ognuno di noi è costretto a muoversi in dei confini e possibilità da cui anche se si vorrebbe non si può andare oltre ed è per questo anche se ero praticamente andato giù a concludere l'affare con il malloppo e portarmelo a Trapani, ho dovuto mio malgrado desistere farmi il biglietto di ritorno e tornarmene a casuccia con l'Alitalia.
E comunque se non ho concluso l'affare è perchè la barca purtroppo nascondeva un grosso problema, che sinceramente e di questo non ho dubbi; neanche i proprietari forse si sono davvero ancora resi conto della vera entità del problema e gravità della cosa. Lo evinco dal fatto come è la storia del timone originale me l'hanno raccontata loro stessi con una spontaneità e naturalezza che neanche minimamente gli è passato in mente che quella era la cosa che decretava il non concludere più l'affare.

E allora il vecchio proprietario durante una navigazione si è perso il timone, immagino abbia urtato il fondo. Invece di rimettere le cose come stavano qualche artigiano ha pensato bene di apportare un modifica radicale e di rifare il tutto in modo diverso dall'originale. Avrà pensato come nel proverbio di prendere due piccioni con una fava. Pertanto è stata costruita una robusta struttura inox ( con l'intento anche d proteggere la poppa con una plancetta) sulla quale è fissato un rudimentale, anche se robusto, timone. Il risultato è che adesso il timone stalla appena lo muovi e il trimarano ( già di suo difficile di manovra) è di molto precario governo. Per il resto le condizioni sono ottime l'esterno è bellissimo spazioso e ben tenuto, il compensato è in ottime condizioni, e anche il motore va bene.Il valore è senz'altro superiore al prezzo richiesto, e l'affare era senz'altro da concludere.
Ma purtroppo nelle condizioni attuali non mi era possibile affrontare le cinquecento miglia di navigazione di ritorno a Trapani. Oggi tornato a casa ,riposato in ufficio davanti al pc, se devo essere sincero ed obbiettivo devo comunque ammettere la buona fede e sicuramente non un intento a fregare di nessuno dei due amici velisti pugliesi, che stanno solo pagando il loro personale tributo all''inesperienza che tutti all'inizio devono fare.

La barca pertanto vale tutto il prezzo richiesto ma richiede prima di fare un viaggio di trasferimento impegnativo di fare un certo numero di lavori per ripristinare il buon funzionamento del timone. Naturalmente per me lavori impossibili da gestire fuori sede e sulle spese. Con dolore pertanto ho dovuto rinunciare all'affare. Non mi resta che augurare ai due proprietari di trovare localmente un appassionato acquirente in grado di gestire sul posto i necessari lavori. E comunque a tutti coloro che possono recuperarne i piani di costruzione e rimettere tutto come stava, ripeto per il resto i due amici pugliesi hanno davvero amorevolmente curatole vernici ,aggiunto oblo, fatto delle buone cose.

Quindi in virtù anche di quella disponibilità che dovrebbe contraddistinguere tutti noi marinaia invito davvero chiunque interessato ad una bella barca per iniziare a navigare a fare esperienza con poco badget, o come me potrebbe interessare ...io lo compravo in quanto lo avrei messo a fare day charter appoggiato qui ad un hotel per portare la gente a vedere le Egadi. Ma soprattutto ripeto perché i due amici velisti Pugliesi non meritano di pagare all'inesperienza un tributo così grosso, e tutto questo si evince anche dal fatto che ci hanno speso molto lavoro e tempo e cure, senza neanche minimamente pensare che la unica cosa importante da fare sarebbe stata ripristinare il tutto da progetto, l'unica cosa che davvero non ci si può inventare ed improvvisare di fare in una barca è il timone, e lo conferma infatti il fatto che con questo timone non andasse più e che per farla andare comunque alla meno peggio almeno a motore o dove porta il vento, aggiungendo i due timoni/ fissi tipo deriva montati aggiuntivi uno su di ogni scafetto che in origine non c'erano.

Quindi a tutti coloro che sono interessati, possono attivarsi su internet ricercare magari il progettista in lingua originale e/o con Google localizzato sul paese di origine per trovare i piani di costruzione originali del timone e rifacendo questo vi assicuro che la barca vale e per il resto e davvero tutta molto ben tenuta e amorevolmente curata, fareste un affare, dareste una mano agli amici pugliesi e non ultimo non si decreterebbe così la fine e si potrebbe rendere nuovamente navigabile a vela un bel trimarano. Se vuoi vederne alcune immaginipuoi visitare la fotogallery QUI' che hanno messo online gli amici Pugliesi e potete contattarli QUI'

Ciao alla prossima da
_/)pipposail

mercoledì 20 maggio 2009

Ripartire dal trimarano traversata del Mar Ionio.

Nulla di eccezzionale ma come sapete io gradisco e sono sempre felice, e disponibile nel condividere e rendere consultabile a tutti il mio sapere e quello che è una mia più che ventennale esperienza di navgazione a vela su quasi tutti i mari del mondo.

Molti siete infatti coloro che mi conoscono solo virtualmente altri invece (che poi proprio oggi sistemando la mia mailing list),


ho scoperto che se si vanno a contare tutti i velisti che negli anni hanno navigato o comunque sono saliti in barca con me sono davvero tantissimi,

e che se non fossi poi sicuro anche di una vostra sincera amicizia non mi starei ora con questa mia nuova rivolgendo prima di tutto a voi e non certo per darvi cattive notizie (non preoccupatevi non ho bisogno di soldi).

Si coloro a cui riservo sempre precedenza e lo spazio di tempo che gli necessiterà di viversi a bordo sempre nei posti più belli e che valgono al mondo.

A tutti coloro che hanno navigato o comunque sono saliti in barca con me sono davvero tanti e per lo più anche se non frequentati tutti dei sinceri amici.

E visto che sento il legame che ci unisce perchè so bene che sponsorizzandomi e venondomi a trovare a bordo, traversando alcuni l'altlantico con me,

non avete ma vissuto il tutto come una vacanza come io avvolte anche erroneamente e sbagliando cercavo magari di vendere,

ma voi venivate a condividere un sogno che anche se non potevate viverlo voi in prima persona siete stati felici grazie a me di viverlo almeno sempre virtualmente e poi anche in parte essendo felici di raggiungermi a Los Roques, alla Martinica, a Trinidat, alcuni addirittura accompagnandomi e traversando l'Oceano Atlantico com me.


Si mi rivolgo a tutti coloro che negli hanni mi sono stati fedeli e ci ha unito oltre che l'amore, e la passione per il mare e la vela anche aver creduto e condiviso un sogno quello di poter vivere xmare.

Quindi a tutti voi che sino ad oggi credo di non aver mai deluso proponendo sempre posti ed esperienze in barca stupende e dando modo di poterci raggiungere nelle più belle località veliche
del mondo.

Avendo appagato quindi in parte spero anche le vostre aspettative di navigazione, o comunque perlomeno aver deluso
i sogni nessuno proponendovi ad esempio luoghi davvero che per la maggior parte rimangono solo dei sogni
per sempre.

Isole disabitate, barriere coralline, traversate oceanice, isole caraibiche insomma credo di aver almeno come mete e luoghi di aver davvero proposto il max e dato l'opportunità negli anni di fare le più belle e ambite navigazioni

Ed allora tutto questo oltre ad indicare che non sono più un giovanotto, credo che potrebbe anche giustificare quello che oggi sarebbe potuto essere un diverso approcio al mare,
il navigare e la vela, come potremo ad esempio immaginare nel farmi sempre barche più comodose, e stanziali per vivere a bordo con le mie cose e comodità prima di ogni altra cosa e quindi in un certo qual modo mollare botta. Ed invece perchè appunto ho capito che soprattutto io ma anche voi dopo aver negli anni con me fatto ormai quasi tutto ciò che può desiderare un velista che avremmo avuto tutti bisogno di uno stimolo nuovo e qualemigliore opportunità del doversi rimettere in discussione e ripartire da dove non si conosce e bisogna apprendere tutto.

In poche parole come avrete intuito non solo si salpa nuovamente, questa estate ma ripartendo ed avendo a disposizione non una barca ma uno spazioso comodoso super velocissimo Trimarano ed incrocerò e potte contattarmi nei miei mari SICILIANI, TRAPANI , FAVIGNANA,SAN VITO LO CAPO, TUNISI; Ma andiamo per gradi domani intanto vado a ritirarlo e a prenderlo

qui, quindi a parte già l'equipaggio che riuscirà ad essere indifferentemente o sabato sera domenica mattina max a s. maria di leuca, o potrete saltare su a Crotone che ho deciso di fare come tappa intermedia tecnica per almeno tirare un attimo le somme di ciò che avremo appreso di questo nuovo trimarano,di cui man mano nell'effettuare la navigazion che ci permetterà di portarlo a Trapani per fargli tutti i lavori e migliorie che avrò appreso essere utili.

Quindi se può interessere continuate a seguire, adesso intanto il primo problema sarà trovare quale mezzo utile usare per andare da Trapani A S.Maria di Leuca via terra che mi preoccupa pare non ci siano sistemi accettabili.


Visualizzazione ingrandita della mappa


Bookmark and Share

mercoledì 13 maggio 2009

Skipper Barca a Vela per day charter cercasi

OPPORTUNITA' di imbarco su barca a vela che fa charter a Trapani Favignana. Riporto la notizia.

Oggi 15 maggio.

Per la prossima stagione estiva 2009 agenzia di servizi turistici ricerca collaborazione per la gestione di escursioni day charter nell’arcipelago delle isole Egadi su Oceanis 47.3 e Bavaria 50. Per maggiori dettagli: 3928395774 - http://www.egadiislands.com/

sabato 9 maggio 2009

Come far diventare la passione per il mare, la navigazione a vela anche un lavoro una professione.


Il Sogno comune di molti navigatori, velisti e quello di  poter diventare dei navigatori a vela a tempo pieno, alcuni sognano di partire, trovare il badget per poter fare il sempre sognato fatitico giro del mondo a vela. 

O per alcuni altri invece anche solo di non dover magari più nel momento più bello, quando si sta come si sul dire acquisendo il così detto piede marino dovere puntualmente tornare in porto ai propri doveri ed impegni quotidiani.

Quindi per semplificare credo che alla fine il tutto lo si possa riassumere ed identificare nel dover in poche parole trovare il modo per far diventare ciò che più piace fare nella vita anche una fonte di redditto e di guadagno perchè altrimenti come tutti ben sappiamo ed inutile starselo a negare, o voler star li a fare i puristi, o filosofi dell'ultimo minuto, nella vita di tutti i giorni, poi vuoi o non vuoi il doversi mantenere è il primo dovere che tutti abbiamo anche solo verso noi stessi!!!

E che nel nostro caso che non abbiamo neanche scelto (nella vela) un'attività che potremo definire di per sè economica! Può accadere che ben presto che quella che era una passione, l'amore per il mare, la vocazione a navigare a vela, rischia come poi del resto molto spesso accade, di naufragare miseramente nella classica condizione di viversi e far rimare tutto rilegato ad una dimensione di sogno " a se solo avessi i soldi mi comprei una barca da paura e me ne andrei"

Quindi anche per tutto ciò che sono convinto che io mi possa superare in questa mia iniziativa, se riuscissi a fare un blog che tratta di Mare, Navigazione, Barche a vela, viaggi, navigatori non solo tecnicamente ma anche con il fine di riuscire ad avvicinare quante più persone alla pratica della vela dalla giusta prospettiva e soprattutto senza fargli rischiare che se poi si trovasse e rivellasse trovare una passione, una vocazione non debba poi essere rilegata solo all'ambito dei propri sogni ma far capire e trasmettere che tante volte ciò che realmente divide il tutto dal farlo diventare realtà è solo una questione di luoghi comuni di pregiudizi e sbagliate convinzioni che si vanno appunto a radicare in mentalità e culture di cui siamo tutti condizionati e manipolati incosciamente. 

In questo blog quindi per concludere troverai sicuramente come avrai notato, anche notizie di mare viaggi vela, barche, navigatori, giramondo ma anche e soprattutto a chi vorrà approfondire in un coaching mirato e dedicato ad esempio al: 

Come poter capitalizzare il costo di una barca a vela (250mila-€uro) in tre quattro anni???? 

Penso che chi ha il pallino, ed ha scoperto la vocazione e passione di cui parlavo anche pocanzi della navigazione a vela, e magari la vive anche in maniera marginale per una mancanza di badget, e sei quindi costretto a viverti il tutto anche un pò come una ulteriore frustrazione, c'è a questo punto una ultima strada che si potrà percorrere, che sarà quella di trovare appunto il modo di monetezzira capitalizzare dall'attività stessa che più si ama fare nella vita, si praticamente riuscire a fare della propria passione anche un mezzo o fonte di reddito, un business parallelo e collaterale che possa permettervi di poter anche senza dover necessariamente disporre di un ingente capitale di intraprendere.

Non esitare a contattarmi o lasciare un commento a seguirire.

_/) pipposail
Bookmark and Share

martedì 5 maggio 2009

Matteo Miceli e il record è fatto.

Si dopo due giorni di navigazione, ( 46h10m02s ) il navigatore già noto Recordman per aver traversato l'oceano Atlantico e battuto un altro record con un cat non abitabile.

Questa volta si è aggiudicato il record del tempo di percorrenza della Roma a Cartagine (Sidi Bou Said).

Queste a seguire sono le sue dichiarazioni come le ha lui rilasciate in un arrivo emozionatissimo:

‘Sono entusiasta, un altro piccolo passo verso il giro del mondo, un altro test superato.

La barca che ho visto nascere e costruito con le mie mani anche in questa occasione mi ha dato grandi soddisfazioni.

Cammina che è un piacere, una barca che riesce sempre a mantenere un'andatura ottimale, con poco come con tanto vento.

Una barca versatile che mantiene un'andatura costante, ottima per affrontare condizioni meteo marine molto variabili come accade in Mediterraneo.

Davvero emozionante poter constatare il buon lavoro fatto insieme a tutto lo staff dei Cantieri Navale d'Este.

Perfette le indicazioni del metereologo che ancora una volta ha fatto la differenza, indicandomi dove andare a prendere il massimo del vento disponibile'


Matteo e la barca partiranno nuovamente oggi per Favignana da dove partirà il prossimo 10 maggio la Targa Florio del Mare con il giro di Sicilia a tappe organizzato dallo Yacht Club Favignana.

Related Posts with Thumbnails