-> ...VIVERE per MARE !!!: Viaggiatori o emarginati, io emarginato, non importa lo preferisco, grazie?

giovedì 17 luglio 2008

Viaggiatori o emarginati, io emarginato, non importa lo preferisco, grazie?


Le case, i palazzi, le città, ma salendo sempre di più di avidità anche L'ACCESSO ALL'ACQUA sia dolce, ed ora anche alle vie del MARE, e comunque noi non siamo violenti, anche se conosciamo la violenza del vostro denaro, quello che usate per comprare ogni cosa, per permettervi di competere e vincere in qualsiasi campo o attività si consideri non solo per Mare per la verità!

Non amiamo la proprietà privata se non in quanto svolge una funzione sociale, ma invece vediamo la pura avidità con cui accumulate e recintate: , alle BANCHINE e accesso ai
PORTI nient'altro che una corsa verso la pura ed avida follia.

Non siamo razzisti, e non vediamo le vostre distinzioni tra bianchi e neri, ricchi e poveri, regolari ed irregolari, sudditi e clandestini, viaggiatori o velisti, viaggatori o barboni!

Noi non vi combattiamo con la violenza che legittima la vostra reazione, noi non vi combattiamo con la superficialità e l'opportunismo che legittimano il vostro nepotismo.

Noi cerchiamo di costruire ogni giorno nelle piccole cose quotidiane un mondo che si allontana dalla vostra prigione, dove gli esseri umani nella loro semplicità sono autentici,

dove l'uguaglianza significa uguaglianza, dove la solidarietà significa solidarietà, dove la dignità significa dignità ed il rispetto ,rispetto ma dove anche si vuole ridare valore ed importanza al concetto di tempo.

Queste parole sono un sentiero luminoso su cui cammina la gente piccola, quella che vive volontariamente ai Margini del vostro mercato, emarginati dal Vostro Mondo.

Ci perdonerete se non amiamo la vostra violenza, ci perdonerete se non amiamo i vostri soldi, la vostra arroganza, la vostra competizione truccata.

Dire di amare la natura il mare e andarci magari su di un motoryat di 30mt che consuma quanto tutto un quartiere di Roma.

Non siamo eroi, non siamo niente, il fatto è che semplicemente il vostro mondo vuoto ci fa schifo, le vostre belle barche finte, linde mai navigate e a cui viene imposto ai loro skipper di annaffiarle continuamente tutte le sere come se fossero delle piante da abbeverare,

e che dire del vostro abbigliamento ostentato da velisti provetti super tecnici e navigati tutto finto anche lui , mi spiego: ad esempio la cerata se autentica vissuta ed è stata usata per Mare non mentirà neanche lei nella sua sbiaditura e perdita di tonlità dei colori inevitabilmente sbiaditi con la salsedine.

Quindi odiamo che una cultura così di pregio, di valore valore com'è l'arte dell'andar per Mare sia ormai ridotta a solo; tutto questo!

Invece di potersi completare molto facilmente di altro ed ulteriore sapere proveniente dalla condivisione, tipo di come cambia il tempo, riconoscere i segnali
i colori, gli odori le temperature, l'umidità dell'aria capire come con noi comunica la natura.

Mondi che viviamo e non ne riconosciamo quasi più neanche l'esistenza, per colpa in primis di una urbanizzazione selvaggia e dei modelli di vita che vuoi o non vuoi ci siamo imposti, e che ci accorgiamo oggi non farci più rammentare neanche di esistere queste alternative di vita che sono sicuramente più a misura d'uomo da un punto di vista naturalità e di origini.
Provate ad esempio a pensare senza che l'arte e la cultura dell'andare per Mare con il vento le vele non si fosse creata ed evoluta. In realtà la Navigazione a Vela è stata il Motore della modernizzazione ed evoluzione dell'uomo e dei popoli, il mezzo di comunicazione, di trasporto ma non solo di commerci e ricchezze, ma di sapere, conoscenza, e di emancipazione in assoluto per far confrontare razze, lingue , culture, religioni, diverse ed ha contribuito sicuramente forse più di ogni altra cosa a far evolvere e emancipare tutta la razza umana, anche se avvolte tramite barbarie e guerre.

Ma di fatto a cunclusione si è sicuramente arrivati a capire il fatto accertato del perchè lo straniero lo sconociuto l'uomo marinaio approdato al porto non ha mai creato timori negli indigini perchè le sue intenzioni sono certe, un uomo che Ama la Vela, l'alto Mare il suo respiro la sua immensa pace e solitudine, la Navigazione in tutti i suoi aspetti è perchè trattasi di un uomo che Ama ed ha rispetto per la Vita Tutta.

0 commenti:

Related Posts with Thumbnails